A volte sono tonificanti, le docce. Gelate.

Non era nelle previsioni perdere in casa la seconda consecutiva, ma d'altra parte, non lo era neanche vincere la settima, di fila.

Calma e gesso. Si riparte.

Primo tempo che vedeva il Biccari andare vicino al vantaggio con Piscitelli che faceva ottima guardia. Poi poco o nulla fino al 43 quando su incursione di Di Tullio, Ercolano siglava il vantaggio. Poco dopo, altra occasione per i gialloblu, con Di Tullio che perdeva l'attimo.

Secondo tempo con i gialloblu che avevano due occasioni buone per chiudere l'incontro, con Catalano e con Ercolano da fuori. Poi come nei migliori thriller, ultimi 25 minuti che non t'aspetti con il Biccari che riusciva a trovare la doppia segnatura ( particolarmente apprezzabile la seconda con un bel piattone al volo su traversone basso ).

Come accennato all'inizio un'inaspettata battuta d'arresto per i gialloblu che può servire da monito per quanti hanno pensato che il campionato fosse in discesa. Nulla di più lontano da quella realtà che ben sappiamo e che abbiamo imparato a conoscere dai campionati di promozione recenti. Tutte le partite di questo torneo "interregionale" vanno giocate con il massimo impegno e la massima lucidità, ogni squadra partecipante è degna avversaria e non è iscritta al campionato solo per partecipare. Tutt'altro.

A dirla tutta ed a parere di chi scrive, non è parso scorgere alcuna facile illusione nella squadra e tra gli addetti ai lavori dopo la grande cavalcata; forse si tratta solo di un "fisiologico calo di tensione" e degli episodi che non hanno detto "bene". Di certo, in queste ultime due uscite stagionali, non è stato il Roccasicura a tratti spumeggiante visto nelle settimane precedenti.

Poco male come si è detto. Le "docce gelate" possono essere tonificanti.

 

Contatore accessi gratuito