Roccasicura è tutta raccolta sul bordo di un pittoresco costone di roccia che domina un paesaggio ondulato, scavato da profonde vallate tra i massicci del Matese e delle Mainarde.Il territorio, molto suggestivo ed avvolto da una fitta vegetazione, è ricco di corsi d'acqua e di sorgenti ed è attraversato dal tratturo Lucera-Castel Di Sangro.

Nel 1182 la comunità apparteneva al territorio amministrato dal vescovo di Isernia e portava il nome di Rocha Siconis ma le sue origini sono ancora più remote, il reperto più antico risale al II° secolo d.C.. Da Rocca Ciconia fu chiamata Roccacicuta nel XVI secolo fino alla denominazione attuale di cui non mancano interpretazioni storiche e geografiche del toponimo: la prima la si fà risalire alla fine del XVII secolo quando la comunità rimase immune dalla peste del 1670, la seconda la si deve alla vantata inespugnabilità del castello che un tempo la dominava, più verosimilmente il nome trae origine dalla posizione e dall'altitudine dell'abitato, le cui caratteristiche coincidono con la definizione stessa del termine "Rocca" che si sviluppa su di una cima isolata caratterizzata da una piccola spianata e da pareti rocciose scoscese.

Contatore accessi gratuito